28 agosto 2008

Cat person - Dog person

Io amante degli animali?
Potete giurarci.

Cliccare sull'immagine per ingrandire
Vignetta di Kris Wilson, traduzione mia.

16 commenti:

  1. Ahahah! Kris non perde un colpo!

    RispondiElimina
  2. ahahahahahah!
    Se fossi un cane, preferirei comunque subire il dolore di un tauaggio, piuttosto che l'umiliazione di uno di quegli orridi cappottini per l'inverno! O_o

    RispondiElimina
  3. Labbors11:10

    Pensa al caro Mario che lo deve sopportare anche d'estate il suo cappottino...

    RispondiElimina
  4. Caro il mio Labbors, finalmente qualcuno riesce a spiegare il mio annoso problema.
    Io sono un Husky nato nel posto sbagliato al momento sbagliato, sotto l'aspetto sbagliato...

    Jane, quei cappottini sono così umilianti da irradiare umiliazione nell'arco di cento metri da sè. E' per questo che i padroni li portano in braccio o al guinzaglio. Così fanno da parafulmini e nessuno si fa male.
    Sissì.

    RispondiElimina
  5. mi associo all abolizione dei cappottini. bocciatissimi

    RispondiElimina
  6. anche io, come il personaggio della vignetta, amo i cani...

    RispondiElimina
  7. Greg, bentornato!
    Temevo che le vacanze altrui non finissero più. La rete è piuttosto noiosa senza nessuno con cui chiacchierare (credo che sia il significato di web 2.0).
    Ho provato a convincere i miei gatti a farlo, ma una volta tanto si sono dimostrati meno docili del solito.
    Strano vero?

    Asal, hai ragione. Basta cappottini.
    D'ora in poi per quelli finto casual un semplice maglione legato sulle spalle. Per quelli alternativi come me, pelo ribelle, e sguardo indomito....
    :-D

    RispondiElimina
  8. Sono d'accordo sui tatuaggi, non farei mai del male al mio cane, ma quei cappottini... Sono adorabili!
    E hanno anche un'utilità. Mi spiego meglio.
    Avevo un cane di piccola taglia, uno Shih-Tzu, tanto bello quanto delicato e cagionevole di salute (funziona così, più li paghi più soldi dovrai spendere in cure varie) e il veterinario mi ha consigliato fortemente di coprirlo prima di uscire per evitare che si ammalasse. Avendo già preso otite, tonsillite e via dicendo abbiamo deciso di creare un guardaroba adatto a lei e a suoi gusti. E non si è mai lamentata, visto che era lei a sentire freddo. Solo una volta si è rifiutata di mettere un bomberino giallo con chiusura a zip. Un po' troppo eccessivo!

    RispondiElimina
  9. Al McLaud16:11

    ...TROPPO eccessivo! ;-)

    RispondiElimina
  10. E' vero, alcuni cani ne hanno bisogno.
    E se uno è disposto a spendere tanti soldi per un cane come uno Shih-Tzu, immagino sia disposto a spenderne altrettanti per fargli fare brutta figura di fronte al resto del regno animale pur di tenerlo in vita.

    Ma nessuno ha mai pensato che ci siamo spinti un po' troppo avanti con la selezione delle razze?
    Ad esempio tutti i pastori tedeschi soffrono per la schiena (tanto che alcuni devono essere abbattuti alla nascita), così come i bassotti, gli Shar pei diventano ciechi, e i cani come i Chihuahua e gli Shih-Tzu (oltre ad essere oscenamente piccoli e lascia che te lo dica abbastanza inquietanti) non hanno pelo sufficiente per coprirsi per cui rischiano di morire se non sono vestiti dall'uomo.
    Sul serio, mi sa che da qualche parte nella storia della selezione canina il desiderio della donna di avere un cane che stesse in una borsetta ha travalicato i limiti dell'etica.

    E ci sono ancora le persone che si scandalizzano quando ci sono le finte notizie di cani bonsai...

    Ma scusa una curiosità, come fai a dire che il guardaroba era adatto ai suoi gusti?

    RispondiElimina
  11. Caro, credo che tu non ti sia documentato abbastanza. Lo Shih-Tzu è in pratica una piccola palla di pelo, una specie di tappeto, ma ha comunque bisogno di essere coperto prima di uscire. Non mi risulta sia frutto di un incrocio o delle voglie di qualche donna perversa, anche perchè è di origine tibetana, è giunto tardi in Europa.

    http://www.inseparabile.com/cani/shih_tzu.htm

    Gli abiti erano di suo gusto perchè li indossava volentieri.

    Infine volevo farti notare che se il sesso femminile predilige cani di piccola taglia (nel mio caso per comodità, fosse per me farei della mia casa uno zoo) quello maschile tende a misure spropositate. Sarà mica lo stesso discorso delle macchine? Si parlava di prolungamento del proprio organo...
    E allora siete messi male. Anche tu che ti ci accanisci tanto!
    ^.^

    RispondiElimina
  12. Ah, volevo aggiungere che quel cane è morto (non di freddo) alla tenera età di 5 anni a causa di una torsione della milza dovuta forse ad un salto. Era la bestia più sedentaria che avessi mai visto.
    Ora ho un bastardino, di piccola-media taglia, che però mi sembra enorme, col pelo corto ma non troppo. Non ha bisogno di alcuna cura, quindi è libero di girare come vuole, non ha neanche un collare.
    Capito ora?

    RispondiElimina
  13. Allora... il concetto di "pelo sufficiente" corrisponde a quella quantità di pelo che basta a un cane per sopravvivere senza l'intervento dell'uomo.
    Se questo tipo di cane senza coperture non sopravvive, anche se è pieno di pelo, è evidente che non ne ha comunque abbastanza.

    Ogni cane è frutto di un incrocio. Che lo Shih Tzu come razza sia stata selezionata in Tibet è una cosa, ma sicuramente è frutto di un incrocio.
    Prima c'era solo il lupo e tutte le razze derivano da là http://it.wikipedia.org/wiki/Canis_lupus_familiaris.
    Ti dirò di più, i cani sono così vicini al loro capo-stipite da essere ancora interfecondi (sebbene non consiglierei l'incontro).

    Più ci si allontana da quello, più incroci sono stati fatti. Lo Shih Tzu credo che di strada ne abbia fatta parecchia per arrivare dov'è...

    Per quanto riguarda la stazza dei cani e il sesso per gli altri sinceramente non ti so dire, a me bastano i gatti...

    RispondiElimina
  14. E' una discussione sterile questa, lo sai? E allora, generalizzando, potremmo dire che è una violenza tenere gli animali in casa, perchè in fondo sono delle bestie e il loro posto è nella natura. Capisci? L'evoluzione è una cosa naturale, c'è chi tra gli uomini nasce alto, chi no, cani di piccola taglia e cani enormi. D'altronde un alano non starebbe comodo a casa mia. :)
    Per il resto anch'io sono una gattofila, ma mi è stato concesso di possederne solo uno, che tra l'altro è scappato giusto un minuto fa - per confermare la mia tesi precedente...

    RispondiElimina
  15. Non è esattamente evoluzione se i tuoi padroni fanno in modo che tu abbia cuccioli sempre più piccoli e fragili di costituzione.
    Non è un caso, infatti, che quel cane sia nato in quella maniera, visto che è frutto di una oculata serie di scelte estetiche.

    La mia idea è che se sto in un paese caldo evito di prendermi un Husky che soffrirebbe per le alte temperature.
    Non lo porterei in Calabria (come qualcuno fa) e poi lo raderei d'estate per farlo stare fresco.
    Semplicemente non è il suo posto e se soffre a stare qui, mi accontenterò di un altro cane.
    Non vedo perché un animale dovrebbe sottostare ai miei capricci.

    Mi è sempre sembrato un po' ipocrita dire di amare gli animali e poi costringerli a stare dentro spazi che non sono fatti per loro.
    Sarebbe più sincero dire, secondo me: mi piace avere degli animali.
    Poi questo è un mio punto di vista...

    RispondiElimina
  16. Allora con calma. Mi si sta facendo passare per quella che non sono! Neanch'io prenderei mai un cane che possa stare male dove lo tengo, il caso dello Shih-Tzu è estremo nel senso che soffre sia il caldo che il freddo (d'estate infatti andava tosato), soffrirebbe in qualsiasi condizione.
    E a parte quell'esperienza, gli altri due animali che ho in casa (un gatto e un cane) li ho praticamente raccolti dalla strada, il primo in fin di vita, e credo che loro siano abbastanza contenti di avere uno spazio in cui stare adesso.
    Sì, io amo gli animali.

    RispondiElimina