27 luglio 2007

Il fondo del cappello

"Lo sapete cos'ha in testa il mago Walter? Quando il trucco gli riesce lui non pensa più a niente..."
Da questa frase, tempo fa, sono partito per scrivere questo racconto: Polvere.


Molte persone credono che sapere cosa ci sia in fondo al cilindro possa renderli più felici.

Non è vero.
La bellezza della magia sta proprio nel non sapere cosa ci sia dietro il trucco. Nell'ignorare cosa ci sia nel fondo del cappello del mago. Nel non avere idea di cosa stia per succedere.

Per una volta non so cosa ci sia in quel cavolo di cappello e sono tremendamente contento.

3 commenti:

  1. ciao!
    Come stai?
    Mi hanno appena ripristinato il blog per fortuna..kataweb ha fatto un po' di traslochi lasciando scatole (=vecchi post) qua e là ultimamente..spero recuperino tutti i miei vecchi post..
    Stasera parto per la Sicilia, si sposa una mia amica, ritornerò per i primi di agosto e poi scenderò in Calabria. Ti farò sapere magari.
    A presto mario e buona scoperta, se intravedi qualcosa fammelo sapere.
    un bacio, ele
    :)

    RispondiElimina
  2. si, se sai qual'è il trucco non è più magia! Ciao Mario!

    RispondiElimina
  3. Per Aureolina: Come direbbe un mio amico "Sciocchi!" diretto ai due amici che non solo si vogliono sposare d'estate in Sicilia, ma che costringono anche gli amici a partecipare...

    Per quanto riguarda il cappello, io aspetto solo di vedere quello che ne esce. Non ho nessuna intenzione di guardarci dentro, per questa volta.
    Non ancora almeno...

    Per Greg: e c'è sempre bisogno di un po' di "magia" per sopravvivere. :-)

    RispondiElimina