28 ottobre 2011

Il ponte sullo stretto e l'ironia

Da Wikipedia:
Nel 2007 il Governo Prodi era in procinto di ritirare l'appalto e annullare il contratto con la Impregilo, pur esponendosi al pagamento di una penale di oltre 500 milioni di euro, ma l'allora Ministro dei Trasporti Antonio Di Pietro, insieme all'opposizione di centrodestra, si oppose al proposito procedendo poi ad accorpare la Società Stretto di Messina all'ANAS, riducendo il numero dei suoi dipendenti. Spiegò il Ministro Di Pietro, che la mossa aveva evitato il pagamento delle penali alle società appaltanti per la mancata esecuzione dei lavori; tali penali si sarebbero dovute pagare qualora la Società Stretto di Messina avesse chiuso prima della realizzazione del ponte. Venne inoltre evitata la perdita di decenni di studi e progetti e la risoluzione dei contratti d'appalto rimasti invece tuttora validi.
Giorno 27 ottobre 2011, da La Stampa.it:
Niente più finanziamenti per la realizzazione del ponte sullo Stretto di Messina: è l'impegno che il governo deve assumere in seguito all'approvazione di una mozione dell'Idv sul trasporto pubblico locale da parte dell'Aula della Camera su cui l'esecutivo aveva espresso parere favorevole.

La mozione, discussa insieme ad altre riguardanti la stessa materia, impegna il governo alla soppressione dei finanziamenti che il governo ha previsto per la realizzazione del ponte sullo Stretto di Messina, pari complessivamente a 1 miliardo e 770 milioni di euro, di cui 470 milioni per il solo anno 2012 quale contributo ad Anas s.p.a. per la sottoscrizione e l'esecuzione - a partire dal 2012- di aumenti di capitale della società Stretto di Messina s.p.a.

Ah.
L'ironia.

EDIT: Si dice che in verità il ponte si faccia comunque. L'ironia rimane comunque.

3 commenti:

  1. Al McLaud22:55

    Questo ponte (inesistente) non sarebbe venuto così caro nemmeno facendolo costruire da una squadra di dentisti. Con fattura.

    (edit: "Si dice che il ponte si farà ugualmente. L'ironia rimane comunque")

    RispondiElimina
  2. Di Pietro spesso una ne pensa e cento ne fa (male)

    RispondiElimina
  3. Al McLaud13:20

    Di Pietro pensa?

    RispondiElimina